Egreen ft. Elfo e Pepito Rella – Giù La Porta Remix (testo)

Testo del brano “Giù La Porta remix” di Egreen ft. Elfo e Pepito Rella.

Per ascoltare “Giù La Porta remix” clicca qui.

Manovale in questa m*rda da manuale
Io c’ho sempre le mie mani sporche
Ricalcare male un suono non è mai stata la mia ambizione
Manco se alle corde, fuoco dalla mia tiroide
Quando salgo è come se sul palco cade un’asteroide
Tutte naturali barre senti come sale l’alcaloide
In questa scena sono l’emorroide
Occhio al c*lo, c*zzo duro sono il tuo bromuro
Se qui Valetoodo sono il più opportuno
Pelle dura addosso più che ad un motoraduno
Liricismo puro in volo tu accompagni solo
Analizza la saliva metanolo
Fanc*lizza la tua comitiva
G Fantini half amazing metà uomo
Sempre dritto, sempre in torto ma mai derelitto
Di chi sono te ne rendi conto fin dall’intro
Voce fuori coro fuori dal recinto
Mi sembrate lo Zecchino D’Oro fuori corso, fuori sincro
Venite da fuori pensando di starci dentro
Trappeggiando come matti con un flow in subaffitto
Paga gli arretrati
Più che originatori vedo artisti correlati
Ben apparecchiati sempre collegati e colorati
Ci vorrebbe la categoria sul tubo Video sconsigliati
Ma a pensarci mi basta un minuto a ricordargli quanta sf*ga
Solo ad esser nati

Non ti fanno entrare?
Fratello butta giù la porta
Uno, due giù la porta
Uno, due giù la porta
Ci penseranno meglio la seconda volta
Si ma che ti importa
Uno, due giù la porta
Uno, due giù la porta (x2)


Sto con Egreen e Rella
Le mie tigri su in sella
Sveglio storto storto tipo forcella
Meglio morto frate che in cella
Faccia da zingaro tipo Aladino
In alto l’occhio tipo col collirio
Se l’oro in bocca ce l’ha sto mattino
Chiamo la sera così lo rapino
Oh mio Dio che ignoranza,
Come il Natale con i miei parenti
Come regalo volevi il mio flow
Ma Babbo Natale ti ha detto di no
Sempre che ti lamenti come una vecchia faccia al balcone
Fra al successo gli fai tenerezza
Che quasi quasi ti dono un milione
Ho previsto che ogni Cristo mi avrebbe dato ragione
Fanc*lo la melanina, non c’entra la carnagione
Ho cavallini si in tuta pianeta
Consumo carta tipo una pineta
Dolce di flow sul suo viso da sega,
Apre la bocca così si disseta
Senti come si scivola, chiedi a Pepe e Nicholas
Tu torna a fare bricolage, che la tua vita è piccola
A scuola bocciato due volte
Penso ma chi se ne fotte
Oggi vi insegno a suonare dal vivo
E nessuno che mi fa le doppie

Non ti fanno entrare?
Fratello butta giù la porta
Uno, due giù la porta
Uno, due giù la porta
Ci penseranno meglio la seconda volta
Si ma che ti importa
Uno, due giù la porta
Uno, due giù la porta (x2)

Sogno una villa in Californa
Ma non ho i soldi per la droga
Chiudi una barra, chiudi la porta
Che sei più infame di Raoul Bova
Spacco un bastone sulla pulca
Come con i cani, ma poi ritorna
Meglio un amico che si imbuca
Che la tua tipa che si buca
Per questo sono nocivo
Ma me lo diceva anche Ciro
Che poi finivo con nocino
E con questa spranga ti uccido
Non lo ha mai pensato, ma menomale che c’è Pepito
Perché sai con quello sbagliato
Fra ti sei confuso con me
Parli tanto di me e di loro
Ma ti guardi un po’ i c*zzi tuoi?
Che se tornassi in quegl’anni d’oro,
Quando c’eravamo noi
Pensa ai c*zzi di casa tua che piscio ancora nel tuo giardino
Ringrazia che con il mio socio ho chiuso, se no era un casino
Parla parla, fate tutti Gucci Gucci
Non avete i soldi neanche per i pucci
Screenshottate il vostro conto
Poi mandate tutto al mio fratello Tuci
Io non sono quello che speravi,
Sono quello che volevo essere
Pensa a quanto tempo che sprecavi
A dedicarmi il tuo malessere


Uno, due giù la porta
Uno, due giù la porta

Non ti fanno entrare?
Fratello butta giù la porta
Uno, due giù la porta
Uno, due giù la porta
Ci penseranno meglio la seconda volta
Si ma che ti importa
Uno, due giù la porta
Uno, due giù la porta (x2)

 


 


Share Lyrics With Firends

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *